Home > Argomenti vari > Immobile…

Immobile…

14 Marzo 2009

Stasera dovevo uscire… Carmen e Ba, mi volevano portare fuori… Un locale, un pò di musica e quattro chiacchiere… Stasera dovevo uscire, invece sono rimasta a casa, perchè il pensiero di "unlocaleunpòdimusicaequattrochiacchiere" è proprio l’ultima cosa che ho in mente… Stasera dovevo uscire, ma quando ci siamo sentite nel tardo pomeriggio mi hai detto: "Stasera, sono a casa da sola, ti va di venire a mangiare una pizza qui?" CRACK….. il mio cervello ha fatto crack…. E’ bastata una tua frase per mandarmi in pappa… Perchè da quando hai pronunciato quelle poche parole, i pensieri hanno cominciato a viaggiare alla velocità della luce, impazziti come lucciole in una notte d’estate ed io ho perso il controllo… totalmente…

"Cosa vuole fare Barbara?" ripeto questa frase nella mente usando la voce calma del mio psicologo, peccato che la risposta ogni volta è sempre la stessa: "CHE CAZZO NE SO!"

Barbara non sa quello che vuole… Barbara non sa cosa fare… Barbara non capisce più niente… Barbara è stanca… Stanca… Stanca… Perchè Barbara lo sa cosa (CHI) vuole, ma siccome non LA può avere, si è trasformata in un ibrido incolore, insapore, inconsistente (inesistente).  … e stasera ci ha provato (Barbara) ha prendere una decisione…

"Vado da lei, perchè muoio dalla voglia di vederla, passiamo una serata insieme punto e basta"

"No, non vado, perchè se poi lei la chiama sto male, perchè se poi la desidero non posso averla, perchè se… perchè ma… perchè…. perchè lei sta con un’altra ed io non posso essere solo una sua amica"

"Vado da lei… Si, vado… Se lei manca ed io le manco, perchè non devo andare?"

"No, non vado, perchè io non le manco "COME" lei manca a me"

"Vado al locale, cerco di distrarmi con le altre"

"No, non vado, perchè in questo momento non me ne frega un cazzo di vedere persone che si divertono"

Vado qui, vado là, non vado qui, non vado là… Vado qui, vado là, non vado qui, non vado là…

Alla fine sono rimasta a casa, con i miei pensieri, i miei dubbi e tutte le paure di questo mondo… Sono rimasta a casa, nel silenzio più assoluto… Niente TV, niente radio… Solo la ventola ed il suono della tastiera del pc mentre digito, a farmi compagnia… ed in questo rumoroso silenzio, mi sono ritrovata qui, nel mio mondo, per cercare di buttare fuori quello che ho dentro… quell’incapacità totale di coordinare un solo pensiero logico… quel desiderio folle di cadere in letargo e di svegliarmi fra qualche mese, con un peso minore sulle spalle, nel cuore e nella mente… Sono qui, sola in silenzio e pensopenso…. penso… ma non arrivo da nessuna parte… come se stessi correndo su un tapis roulant con un poster davanti… corro alla massima velocità, ma il paesaggio non cambia… fermo, statico, IMMOBILE….

"Sta per grandinare
ed io non so tremare più
Stamattina cercavo qualcosa di te
E volavo lontano immobile
Guarda quante case
Sono tutte storie d’ aggiungere
nella gente speravo i ricordi di te
e Mi facevo cullare immobile
Lasciami sognare
Lasciami dimenticare
Lasciami ricominciare a camminare
A passi più decisi
E fammi immaginare quanto ancora c’ ho da fare
Forse crescere e invecchiare
Quanto ancora ho d’ amare
Quanto ancora ho d’ amare
Oggi è già Natale
Tutto è un carnevale di polvere
Nei negozi compravo regali per te
E a pensarci mi gelo immobile
Lasciami sognare
Lasciami dimenticare
Lasciami ricominciare a camminare
a passi più decisi
Fammi immaginare quanto ancora ho da fare
Forse crescere e invecchiare
Quanto ancora ho d’ amare
Quanto ancora ho d’ amare
Fammi immaginare quanto ancora ho da fare
Forse crescere e invecchiare
Quanto ancora ho d’ amare
Quanto ancora ho d’ amare
Quanto ancora ho d’ amare"

Non so… non so veramente più niente… mi sembra di impazzire… ed adesso non so neanche più cosa scrivere…

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. 14 Marzo 2009 a 1:05 | #1

    …A volte vorrei poter fermare il ticchettio della/nella mia mente, e godermi finalmente il silenzio…
    Buona notte,
    Thaly

  2. 14 Marzo 2009 a 10:18 | #2

    Ciao..mi spiace comunicare con te ora che stai attraversando qs periodo buio…mi piace il tuo modo di trasformare in parole ciò che provi..(mi sono permessa di linkarti..da un pò…)

    Credo che la soluzione che hai optato sia la migliore: a volte il silenzio è sacrosanto x elaborare meglio delle situazioni…poi…tutto si sistemerà…col tempo..

    Sò che sembra la solita frase fatta…ma è così…poi qd qualche persona ci sfugge…la inseguiamo ancora di più…e a volte facciamo degli errori madornali…

    Non posso far altro che salutarti caramente

    Un abbraccio

  3. cacace
    14 Marzo 2009 a 14:08 | #3

    bhe visto che adori tanto il giappone te ne scrivo una, una che nel silenzio più totale a me da sempre la forza, è breve, senplice e forse anche banale…ma a me dona tanto ogni volta, forse perchè ci vedo dentro tanto tutto…

    ‘…tutto passa, come l’acqua sotto il ponte…’

    ascolta…

  4. 15 Marzo 2009 a 16:54 | #4

    Barbara io leggo ma onestamente quello che potrei dirti non ti serve e se qualcosa potessi fare non posso farla comunque. Ma credo che scrivere possa solo farti bene. Il resto è in mano al tempo e alla tua pazienza. Un abbraccio

  5. angel
    18 Marzo 2009 a 11:42 | #5

    l’unica cosa malata è la paura dell’amore…

  6. 18 Marzo 2009 a 17:17 | #6

    Conosco benissimo quella voglia di volersi addormentare e non sentire più niente finchè non torna un pò di luce… la luce tornerà Babi anche se adesso non puoi crederci… leggendoti ti ho visto dentro una canzone che amo tantissimo e che mi ha accompagnato nel percorso tortuoso di 23 anni fa… posso dedicartela? :)

    Oggi ringrazio quel percorso… e son passati 23 anni ma non dimenticherò mai!

    Un bacino

    “Jenny non vuol più parlare

    non vuol più giocare

    vorrebbe soltanto dormire

    Jenny non vuol più capire

    sbadiglia soltanto

    non vuol più nemmeno mangiare

    Jenny è stanca

    Jenny vuole dormire

    Jenny è stanca

    Jenny vuole dormire

    Jenny ha lasciato la gente

    a guardarsi stupita

    a cercar di capir cosa

    Jenny non sente più niente

    non sente le voci che il vento le porta

    Jenny è stanca

    Jenny vuole dormire

    Jenny è stanca

    Jenny vuole dormire

    Io che l’ho vista piangere

    di gioia e ridere

    che più di lei la vita

    credo mai nessuno amò

    io non vi credo

    lasciatela stare

    voi non potete

    …………..”

  7. 22 Marzo 2009 a 14:27 | #7

    Essere innamorati qualche volta ci fa sentire pazzi.. in effetti è un tale scombinato frullato di “faccio” e “non faccio” che uno quasi pregherebbe che finisse subito.. poi in effetti in qualche modo finisce prima o poi e ci viene in testa che forse in quel momento splendido e disperato eravamo stati vivi come non mai..

    e forse tu ora sei viva come non mai (anche se ti senti distrutta come non mai)

  8. 10 Novembre 2009 a 0:26 | #8

    Anche se stupido da dire, a volte quando si è così confusi, delusi, e tutti i sentimenti insieme incasinati, l’unica cosa da fare è lasciare che le cose vadano da sole, senza fare nulla, senza arrovellarsi il cervello.

    In momenti così pieni di pensieri qualunque cosa facciamo ai nostri occhi appare sbagliata e ci fa stare ancora peggio.

    Allora si prende un bel respiro e si lasciano andare le cose da sole.

    come viene, viene.

I commenti sono chiusi.